10 consigli per arredare una casa piccola

casa piccola_Fotor

La prima casa, come l’amore, non si scorda mai. Spesso di piccole dimensioni, vuoi per ragioni economiche vuoi per tipologia sociale degli acquirenti, monolocali e bilocali sono la tipologia abitativa più ricercata da giovani coppie e single. Il problema di vivere in una casa piccola è senza dubbio l’ottimizzazione degli spazi, sia dal punto di vista funzionale che visivo. Qualche piccolo suggerimento progettuale ci aiuterà a rendere funzionale e far apparire più ampia la nostra piccola casa.

La percezione degli spazi

La percezione di uno spazio è strettamente collegata al campo visivo. Vediamo come…Non tutto quello che ci circonda viene rielaborato dal nostro cervello con la stessa definizione di immagine: c’è un campo visivo centrale e un campo visivo periferico. Il campo visivo centrale  elabora immagini molto nitide e dettagliate; il campo visivo periferico invece raccoglie informazioni meno nitide e complementari come i  volumi, le luci, i colori, le altezze…

Il cervello, dall’elaborazione delle informazioni visive, reagisce in maniera differente a seconda di come uno spazio risulta organizzato. Per esempio un ambiente lungo e angusto dà chiaramente una sensazione di oppressione mentre un ambiente alto dà una sensazione di spazio e luminosità.È proprio dall’utilizzo delle sensazioni che generano la percezione diversificata degli spazi che è possibile progettare gli ambienti in base alle sensazioni che vogliamo creare.

Colori e pareti

La scelta del colore o di una tappezzeria adeguata è fondamentale nella progettazione di ambienti piccoli. Il nero, così come tutti colori scuri, assorbono la luce. Creeranno pertanto una sensazione di rimpicciolimento degli spazi; al contrario del bianco e di tutti colori chiari, che invece riflettono la maggior parte della luce, producendo sensazioni di spaziosità e estensione.

Un disegno geometrico orizzontale darà dinamicità e fluidità allo spazio, al contrario di un disegno verticale che produrrà un effetto statico chiudendo gli spazi.  Questo perché le righe verticali creano l’idea di allungamento delle superfici mentre quelle orizzontali le allargano.

Le linee diagonali o quadrettate invece, non avendo alcuna particolare direzione, creeranno contemporaneamente una sensazione di allungamento e di allargamento, favorendo così in pieno l’idea di uno spazio dilatato. Anche la creazione di contrasti di colore può mettere in risalto determinati elementi, come un letto, una parete attrezzata o semplicemente un angolo di casa, creando profondità.

Illuminazione

Una buona illuminazione è importante per conferire all’ambiente la giusta spazialità. In una casa piccola è indispensabilePrediligendo luci calde rispetto a quella fredde, sfruttando al massimo i punti d’illuminazione naturale e posizionando fari, lampadari, lampade e applique nei punti strategici dei locali, riusciremo a far apparire molto più arioso e ampio ogni angolo della nostra casetta.

Porte scorrevoli

In un ambiente ridotto anche qualche centimetro diventa importante. Pertanto “scorrevole” sarà la parola chiave per  porte e ante, sia degli armadi che degli altri mobili. Questo permetterà di guadagnare spazio  rendendo gli ambienti puliti e lineari.

Razionalizzazione degli spazi

In un ambiente ridotto è indispensabile sfruttare qualsiasi spazio utile. Ben vengano allora i vani contenitori: per il letto o il divano tutto contribuirà ad una razionalizzazione degli spazi, permettendo di riporre un’infinità di cose.

pouf tavolo_Fotor

Scegliere arredi specifici  per piccoli ambienti

Oggigiorno sono moltissimi i mobili multifunzione, progettati per svolgere più funzioni  contemporaneamente con il minimo ingombro: consolle allungabili che al bisogno diventano tavoli o scrivanie, pouf che all’occorrenza diventano tavolini o letto per gli ospiti, testate del letto che diventano cassettiere e vani contenitori.

Accessori

Nei piccoli ambienti l’arredamento deve essere essenziale. Da evitare quindi ninnoli, pelouche, statuine, fiocchi e ricordi di viaggio ovunque. Pochi pezzi scelti tra quelli per voi irrinunciabili, o ritenuti semplicemente belli, meglio se di design,  saranno sufficienti a dare il look giusto alla vostra casa.

Tendaggi

La scelta delle tende è fondamentale negli ambienti ridotti. Da evitare tendaggi pesanti o eccessivamente importanti. Per rendere luminosa e accogliente la nostra casa basterà scegliere tendaggi a pacchetto, con tonalità rigorosamente chiare e tessuti leggeri e naturali. Qualunque sia il colore che sceglierete ricordatevi di riprenderlo anche nei dettagli del restante arredamento: con qualche cuscino del divano o con il tappeto per il bagno.

tende-a-pacchetto_Fotor

Specchi

Un grande aiuto nella creazione di ambienti ampi e luminosi viene dagli specchi, soluzione ideale per riflettere la luce ed ampliare la spazialità degli ambienti. Posizionandoli strategicamente  dall’ingresso al corridoio, dalla camera da letto al soggiorno, senza esagerare potremo creare con una piccola illusione uno spazio molto più ampio.

Tappeti

I tappeti, si sa, rendono ogni ambiente più caldo ed accogliente. Vanno però scelti di colore e dimensione adatta allo spazio, per creare la giusta spazialità visiva all’ambiente. Ad esempio, per un corridoio lungo e buio, la scelta dovrà cadere su un tappeto rettangolare, per interrompere la lunghezza, e dal colore luminoso per alleggerire l’ambiente. L’errore più comune quando si arreda una casa piccola è quello di prendere dei tappeti di piccole dimensioni. I tappeti, per  riuscire ad ampliare visivamente lo spazio di una stanza, dovrebbero coprire almeno il 60/70% del pavimento.

Sedie impilabili o a scomparsa

Va bene che la casa è piccola e non aiuta, ma perché rinunciare ad invitare amici e parenti a casa quando è comunque possibile  organizzarsi con soluzioni salva-spazio, come sedie e tavoli impilabili o a scomparsa, da tirar fuori al momento opportuno?

sedia tavolo a scomparsa_Fotor

Da evitare

I mobili ingombranti e scuri che, occupando eccessivamente spazio, rendono angusto l’ambiente, dando pienezza al locale che risulterà visivamente più piccolo di quello che è. Sì invece ai mobili ben proporzionati all’ambiente, dal colore chiaro e dalle linee pulite.

Lo sapevate che …..

  • Usare mobili che abbiano approssimativamente la stessa    altezza aiuta a far sembrare spaziosa anche una stanza piccola.  Posizionare mobili molto più alti degli altri al contrario rende lo  spazio angusto e opprimente.
  • I mobili addossati alla parete creano un ambiente opprimente e piatto.  Lo so, lo spazio non è dalla nostra ma basterà distanziare il tavolo o i comodini dal muro o il divano o il etto di un paio di centimetri per far acquistare all’ambiente uno spazio visivo più ampio e confortevole. La libreria? Un ottimo divisorio degli spazi.
  • I  quadri di grandi dimensioni allargano maggiormente lo spazio visivo rispetto a tante piccole cornici o quadretti e rendono l’ambiente più ordinato e pulito.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply